STUDIO SPECIALISTICO NUTRIZIONE E ALIMENTAZIONE S.A.N.I. di DE PASCALI DR. ANGELO
STUDIO SPECIALISTICO NUTRIZIONE E ALIMENTAZIONE S.A.N.I. di DE PASCALI DR. ANGELO

I principi si cui si basa l’elaborazione di un piano HACCP sono 7:

  1. Identificare ogni pericolo da prevenire, eliminare o ridurre
  2. Identificare i punti critici di controllo (CCP, Critical Control Point) nelle fasi in cui è possibile prevenire, eliminare o ridurre il rischio
  3. Stabilire, per questi punti critici di controllo, i limiti critici che differenziano l’accettabilità dalla inaccettabilità
  4. Stabilire e applicare procedure di sorveglianza efficaci nei punti di controllo
  5. Stabilire azioni correttive se un punto critico non risulta sotto controllo ( superamento dei limiti critici stabiliti)
  6. Stabilire le procedure da applicare regolarmente per verificare l’effettivo funzionamento delle misure adottate
  7. Predisporre documenti e registrazioni adeguati alla natura e alle dimensioni dell’impresa alimentare.
Haccp
Haccp

L’ HACCP (Hazard Analysis Critical Point, Analisi dei Rischi e Punti Critici di Controllo) è un sistema di autocontrollo igienico per prevenire la contaminazione alimentare.

I settori in cui questo attestato viene richiesto sono in generale tutte quelle attività in cui si ha a che fare con il  cibo e gli alimenti, dalla fase di produzione, a quella del trasporto, della distribuzione, della vendita e  della somministrazione al consumatore. Quindi l’autocontrollo degli alimenti è obbligatorio nei bar e ristoranti,nei caseifici, nelle mense, nei rivenditori di frutta e verdura, nelle macellerie, nelle pescherie, nelle panetterie etc.

Share by: